Montagne

La Val Tramontina è una vallata delle Prealpi Carniche. Si trova in provincia di Pordenone, disposta con direzione nord-sud ed è attraversata dal fiume Meduna. Nella vallata si trovano i comuni di Tramonti di Sopra e Tramonti di Sotto e, allo sbocco del fiume in pianura, quello di Meduno.

Tra Meduno e Tramonti di Sotto si trova il lago artificiale dei Tramonti (o di Redona, dal nome della frazione affacciata sulle sue rive). Dalle sue acque, nei periodi in cui il livello del lago è più basso, emergono ancora oggi i suggestivi edifici in sasso delle vecchie borgate sommerse dalla creazione della diga sul torrente Meduna.

 

Valle


Torrente
Il territorio della Val Tramontina ha un’altezza che va dai 270 ai 2.300 metri sopra il livello del mare. L’idrografia è rappresentata dai bacini principali dell’Arzino e del Meduna e dai numerosi torrenti: Chiàrchia, Chiarzò, Comugna, Silìsia, Tarcenò e Vielia.

Il clima è intermedio fra il sub continentale ed il sub mediterraneo. Questa vallata è la parte settentrionale della Provincia di Pordenone e confina con quella Udinese nei Comuni di Verzegnis, Preone, Socchieve, Ampezzo, Forni di Sotto. A levante lambisce il Comune di Vito d’Asio, a meridione Castelnovo del Friuli, Travesio, Meduno e Frisanco; Claut si pone nell’immediato ponente.

Tutto il territorio è contraddistinto dalla presenza di numerosi rilievi montuosi che caratterizzano l’intero ambiente geografico. Ne citiamo alcuni: Caserine Alte (m 2.309) e M. Dosàip (m 2.062), M. Fràscola (m 1.961), M. Valcalda (m 1.908) e Cuesta Spioléit (m 1.687), Col della Luna (m 1.427). Parte del territorio del Comune di Tramonti di Sopra fa parte del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane. Nel Comune di Tramonti di Sopra è ubicato il centro visite del parco ed il museo naturalistico.

 

I tre laghi artificiali

I tre grandi laghi artificiali costituiscono un elemento caratteristico del territorio della Val Tramontina. Costruiti negli anni Cinquanta hanno principalmente tre scopi:

  • produrre energia elettrica,
  • trattenere l’acqua in periodo di grosse piene,
  • alimentare il sistema d’irrigazione per le coltivazioni della pianura.

Ora i tre laghi sono motivo di attrazione e di bellezza di tutta la zona. Giungendo da Meduno s’incontra il lago di Redòna, costruito con lo sbarramento del fiume Meduna, presso la stretta del Ponte Racli. La sua capacità è di 23 milioni di mc d’acqua.
La costruzione del lago ha sommerso le borgate di Flors, Movàda e Redòna che, nei periodi di secca, emergono come degli scheletri a testimoniare la storia ed il passato.
Alla fine della Val Silisia si trova il lago di Selva, che puó trattenere 32 milioni di mc d’acqua, mentre più in alto c’è il lago del Ciul (con un invaso di 9,5 milioni di mc), raggiungibile attraverso una lunga galleria stradale.


Territorio